Pulizia del viso fai da te, consigli utili

La pulizia del viso è un rituale di bellezza fondamentale per avere una pelle bella, uniforme e luminosa, per questo andrebbe eseguita con una certa regolarità anche in base al vostro tipo di pelle. Una pelle grassa ad esempio, accumula sebo più facilmente, dunque deve essere detersa più sovente. Ma perchè è così importante la pulizia del viso? Ogni giorno sul viso si depositano strati di cellule morte, sebo, residui di make up e smog che ostruiscono i pori e sono origine di punti neri e imperfezioni; inoltre la pelle risulta spenta, grigia e tende a segnarsi più facilmente. La pulizia del viso, che si differenzia dalla pulizia quotidiana, permette di eliminare le impurità e ridona splendore e tono.

A casa o dall’estetista?

L’estetista esegue una pulizia più professionale ma nulla ci vieta di fare altrettanto a casa, con l’utilizzo di prodotti specifici ed altri più casalinghi. Inoltre fare la pulizia del viso fai da te ci permette di prenderci del tempo solo per noi, è una coccola, un momento di relax e benessere che ci si concede per staccare la spina dagli impegni quotidiani.

Ma vediamo quali sono gli step fondamentali per una corretta e completa pulizia del viso.

Primo step: aprire i pori

Sulla nostra pelle ci sono tanti pori, ovvero microfori, che permettono la traspirazione, ma che possono occludersi, infiammarsi o dilatarsi. I pori occlusi sono l’origine di imperfezioni, per questo motivo vanno puliti a fondo, e per farlo occorre dilatarli con il calore; bisogna dunque fare una sauna facciale, esponendo il viso al vapore caldo.

Scaldate dunque dell’acqua in un pentolino e una volta raggiunta l’ebollizione aggiungete due cucchiai di bicarbonato e, coprendovi la testa con un asciugamano, lasciate che gli effluvi scaldino il vostro viso. Potete aggiungere anche qualche goccia di olio essenziale, per rendere questo momento più rilassante; se avete la pelle grassa è consigliato l’olio al rosmarino, per le sue proprietà depurative.

Secondo step: scrub

Una volta che i pori sono dilatati per detergerli a fondo sarà necessario utilizzare uno scrub, ovvero un prodotto esfoliante, che grazie ai suoi microgranuli, pulisce a fondo rimuovendo le cellule morte e le impurità. Ne esistono moltissimi in commercio, ma potete farli anche voi a casa con pochi semplicissimi ingredienti. Per una pelle delicata o normale potete mixare bicarbonato, miele e acqua per ottenere un impasto granuloso. Oppure se avete la pelle mista o grassa miscelate miele con argilla bianca, dall’alto potere purificante. Se invece avete qualche discromia o macchia sul vostro incarnato optate per una ricetta schiarente: zucchero di canna, limone e yogurt bianco.

Una volta creato lo scrub più adatto alle vostre esigenze, stendetelo sul viso e massaggiatelo per qualche minuto con delicati movimenti circolari e lasciatelo agire un poco come se fosse una maschera; dunque, risciacquate e tamponate il viso con un panno morbido.

Terzo step: maschera

Una volta che la pelle è detersa a fondo si procede con la maschera che ha proprietà curative, sempre in base alle esigenze del vostro tipo di pelle. Se avete la pelle secca optate per una maschera ricca e nutriente, se è grassa una purificante, se mista potete farne una depurativa prima e una idratante dopo.

Si possono anche creare delle maschere ad hoc fai da te; per una pelle sensibile utilizzate ingredienti lenitivi come gel d’aloe vera puro, camomilla e calendula. Una pelle grassa richiede principi attivi astringenti, come il limone e purificanti come l’argilla, da mescolare con miele per addolcire e non aggredire troppo l’epidermide. Infine la pelle secca va nutrita con componenti altamente idratanti come miele, banana e avocado ad esempio.

Applicate la vostra maschera preferita e lasciatela agire almeno venti minuti.

Quarto step: tonico

Arrivati a questo punto i pori dilatati vanno richiusi con un tonico specifico. Anche in questo caso, come per gli step precedenti, potete usarne uno confezionato che avrete acquistato, oppure farne uno da voi con una ricetta fai da te. Vi consigliamo un decotto di rosmarino, oppure semplice succo di limone, entrambi con potere astringente, oppure un infuso di the verde. Inumidite un dischetto di cotone con il vostro tonico e tamponate tutto il viso.

Quinto step: idratazione

Dopo aver pulito la vostra pelle a fondo e dopo averla trattata con una maschera specifica, risulterà più ricettiva, quindi quale momento migliore per applicare la crema idratante?Sceglietene una compatibile con il vostro tipo di pelle e applicatela con movimenti circolari fino a quando non si sarà completamente assorbita.

Punti neri addio in tre semplici mosse

I punti neri sono duri a morire, e a volte possono sopravvivere anche dopo una pulizia del viso completa come quella che vi abbiamo illustrato sopra. A questo punto possiamo rimuoverli in maniera più efficace e definitiva in tre modi: maschera peel off al carbone, più comunemente nota come black mask, cerottini anti punti neri, oppure con le nostre dita.

La black mask è una maschera molto in voga ultimamente perchè permette di eliminare tutti i punti neri del viso. Normalmente è a base di carbone, ma in commercio se ne trovano di tutti i tipi. La buona notizia è che potete farla anche voi a casa con questi ingredienti: carbone in polvere ( potete acquistarlo in erboristeria), latte e fogli di gelatina per dolci. Fate scaldare qualche cucchiaio di latte in un pentolino e lasciatelo bollire; mettetelo in una ciotola e scioglietevi i fogli di gelatina che avrete precedentemente tagliato a pezzi; mescolate fino ad ottenere un composto lattiginoso; a questo punto unite il carbone poco per volta e miscelate fino ad ottenere un composto denso e colloso. Applicatelo sul viso con le dita o un pennello, evitando il contorno occhi; aspettate almeno dieci minuti fino a che la maschera non si sarà seccata del tutto. A questo punto rimuovete con delicatezza  la pellicola che si sarà formata sul viso: vedrete che riuscirete ad estrarre anche i punti neri.

Anche i cerottini sono molto comuni ed efficaci: si applicano sul viso umido, si fanno aderire bene alla pelle e una volta asciutti si rimuovono.

Infine il metodo meno consigliato ma non per questo meno efficace prevede di estrarre i punti neri con le dita. Occorre prima aprire bene i pori come vi abbiamo detto poco sopra, dopodichè, coprendosi le dita con una velina, si possono estrarre i punti neri uno ad uno, esercitando una lieve pressione intorno ad essi.

Vi abbiamo suggerito tutti i passaggi e le regole per eseguire a casa vostra una perfetta pulizia del viso fai da te: vedrete che se seguirete tutti questi consigli avrete una pelle più pulita, sana e luminosa.