Nel corso degli ultimi anni il mondo dei supplementi naturali è stato invaso da nuovi integratori che sono venuti insieme a migliaia di promesse.
Non tutti funzionano, ma ce ne sono alcuni che se assunti con regolarità possono portare a grandi benefici: l’importante è sapere quali sono e come prenderli.

Spirulina

La Spirulina è indubbiamente uno degli integratori che più è stato soggetto ad una forte impennata di popolarità lo scorso anno.
Si tratta di un’alga di colore verde/azzurro tipica delle acque dolci dei laghi tropicali ed è la sua forma a spirale che gli ha donato il nome.

Ha un alto contenuto proteico mantenendo comunque un bassissimo apporto calorico, e ne bastano piccole dosi per apprezzare gli effetti benefici.

Tra questi troviamo un rinforzo del sistema immunitario, quello circolatorio ed anche un effetto benefico per la vista e le ossa.
Non dovremmo di certo essere sorpresi di scoprire che viene difatti spesso utilizzato dagli atleti.
Potete leggere questo articolo se volete approfondire in merito ai benefici della spirulina

Vitamina D

La Vitamina D viene prodotta naturalmente dal nostro corpo durante l’esposizione alla luce solare, o può essere assimilata in poche e scarse quantità attraverso alcuni alimenti come uova e carni.

Nonostante ciò una buona parte della popolazione ne è carente: questo può essere principalmente dovuto a due case, fattori ambientali e questioni lavorative.
Per fattori ambientali intendiamo la scarsità di giornate di sole nel posto in cui si vive – pensate specialmente a paesi come ad esempio quelli del nord Europa.

Per questioni lavorative intendiamo invece la poca esposizione alla luce solare dovuta alla necessità di lavorare in luoghi chiusi, come ad esempio i più classici uffici: in questo caso risulta infatti difficile mettersi al sole per i 15 minuti necessari al nostro corpo per produrre il quantitativo di vitamina D di cui necessitiamo giornalmente.

Proprio per questo motivo se vi sentite di appartenere ad uno dei due casi qui sopra potrebbe essere un’ottima idea supplementare la vostra dieta con un integratore di Vitamina D.

Semi di chia

I semi di chia sono ricavati da un pianta chiamata Salvia Hispanica, che appartiene alla famiglia della menta, tipica delle regione dell’America Centrale, dove sono conosciuti e consumati da millenni. “Chia” in Azteco infatti, si traduce come “forza”.

Negli ultimi anni la loro popolarità si è espansa anche in altre aree del mondo, partendo dagli Stati Uniti fino ad arrivare anche da noi in Europa.
A livello nutritivo essi hanno un altissimo contenuto di minerali, in particolare di zinco, magnesio, ferro ed anche potassio. Ottimo è anche il loro contenuto di Vitamina C.

Oltre ciò presentano un elevato quantitativo di acidi grassi appartenenti ai gruppi Omega-3 ed Omega-6, che sono importantissimi per la salute del nostro corpo: in particolare per la loro azione antinfiammatoria ed per il sistema circolatorio.

Assumerli è davvero semplice: in rete esistono tonnellate di ricette, o possiamo anche direttamente incorporarli in cibi come yogurt e insalate.